Angoulême chiama Comicon

Sono appena tornata da Angoulême ed è stato un viaggio breve ma zeppo di novità, chiacchiere con amici e incontri di lavoro. Il viaggio verso la fiera è lunghissimo, ma una volta arrivati ci si senti baciati dall’arte. I muri della città sono decorati con murales opera dei più grandi maestri del fumetto francese, le strade sono intitolate ai miti dell’arte sequenziale e ogni negozio, bar e attività commerciale espone con orgoglio simboli e immagini che ricordano in modo più o meno esplicito il mondo della BD. Si ha la sensazione che non ci si trovi nel mondo incantato del fumetto per soli quattro giorni ma bensì che Angoulême vi sia stata consacrata per l’eternità. Ciò che è importante è che ho sfogliato novità davvero interessanti sia tra gli stand, e quindi già stampate, che sugli iPad degli editori – pagine segretissime che ti strappano sorrisi a 32 denti - e quindi nei prossimi due anni vedremo anche in Italia la pubblicazione di serie di autori top tornati in gran spolvero. Marini, Zep, Gibrat, Zidrou… non manca nessuno. E da questa riflessione volo sull’immagine di un altro festival attesissimo su cui stiamo lavorando proprio in questo periodo, e parlo delle novità che presenteremo al Comicon di Napoli, ovvero le opere di autori italiani che aspettiamo ormai da un anno. Prima su tutte Malloy, del duo Angelini-Taddei. Io sono emozionata nel parlarne perché so che questo libro avrà grande successo, e che non solo non passerà inosservato, ma rimarrà nel tempo. Siamo di fronte a un grande titolo della letteratura a fumetti italiana e so che arriverà a moltissime persone, anche a chi non è abituato a leggere fumetti con regolarità. Preparatevi per il Gabelliere spaziale, aprite la mente e non date nulla per scontato. Un’altra grande novità in arrivo è l’opera omnia dedicata a Giuseppe Bergman, uno dei personaggi più celebri creati da Milo Manara. Avete capito bene. Per la prima volta, tutte le tavole saranno raccolte in due volumi all’interno di un elegantissimo cofanetto. I due tomi saranno disponibili anche singolarmente, ma abbiamo deciso di pubblicarli comunque contemporaneamente per dare la possibilità ai fan di Milo di collezionare tutti i Bergman in un colpo solo e vederli in collana con i volumi di Manara precedentemente usciti sotto il marchio 9L.
Per finire vi consiglio di passare allo stand Panini a Napoli e guardare bene sui banchi, perché ci sarà la preview di un progetto sul Ratto più giallo che esista che vi farà davvero felici e non solo… le autoproduzioni marchiate Panini continuano. Saranno una primavera/estate/autunno di fuoco.
STAY TUNED.